bilancio APULIA FELIX

  • Campagna per 5x1000

    Campagna per 5x1000

  • Campagna per 5x1000

    Campagna per 5x1000

  • Campagna per 5x1000

    Campagna per 5x1000

  • #faragolasiamonoi

    #faragolasiamonoi

  • Auditorium Santa Chiara: la nostra sede.

    Auditorium Santa Chiara: la nostra sede.

La Fondazione - Bilancio

Bilancio Esercizio 2014

La Fondazione ‘Apulia felix’: un nuovo impegno per la Capitanata, la Puglia, il Mezzogiorno

A tre anni dalla sua costituzione, avvenuta il 21 Marzo del 2012, la Fondazione Apulia felix è orami una realtà attiva, riconosciuta e apprezzata a Foggia e in Capitanata, e non solo. Costituita da sette soci fondatori, corrispondenti a sette gruppi imprenditoriali attivi in vari campi nel territorio della Capitanata (due dei quali, purtroppo, sono successivamente venuti meno), la Fondazione ha subito individuato alcuni ambiti privilegiati di attività per promuovere la crescita socio-economica del territorio nel quale opera: le attività culturali e il patrimonio culturale, la ricerca e la formazione, l’impegno sociale.

La Fondazione ha inaugurato il suo primo anno di attività, nel 2012, realizzando e sostenendo una serie di iniziative a favore della formazione, della ricerca scientifica, della cultura e del sociale. Tra queste particolarmente significativa è stata l'istituzione della I edizione del Premio di Studio "Beccia-Ricchetti", in memoria di due giovani studenti della provincia di Foggia tragicamente scomparsi, finalizzato al riconoscimento dell'impegno dei migliori studenti delle V classi delle Scuole Secondarie di II grado della Capitanata (diplomati con un voto non inferiore a 98/100) e a sollecitare la loro iscrizione all'Università di Foggia attraverso il rimborso delle tasse di immatricolazione. Sempre in tema di formazione la Fondazione ha sostenuto la campagna di comunicazione dell'Ateneo Daunio e ha contribuito all'organizzazione della Cerimonia di Inaugurazione dell'a.a. 2012-13, dedicata all'importante tematica del rapporto tra Scienza e Società, che ha visto l'intervento del noto giornalista e divulgatore scientifico Piero Angela.  Un'altra iniziativa è stata promossa in collaborazione con l'Associazione studentesca ESN, che ha organizzato un incontro nazionale sulle attività di accoglienza e assistenza degli studenti Erasmus.

In questi primi anni di attività la Fondazione ha inoltre favorito la realizzazione di alcune manifestazioni culturali nella consapevolezza dell'importanza di sostenere iniziative di qualità in grado di trasformare le potenzialità ancora inespresse del territorio, in competenze specifiche, in imprese culturali in grado di incidere sulla crescita della Capitanata. In quest'ottica la Fondazione ha sostenuto l'organizzazione dell'evento "Libri per ogni palato" con il coinvolgimento di numerosi autori e scrittori che hanno animato con reading letterari, presentazioni di libri e dibattiti, le piazze più importanti del centro storico della città. Sempre in ambito culturale, in questa prima fase di vita, la Fondazione ha altresì finanziato progetti legati alla musica popolare d’autore Daunia: in particolare ricorderemo il progetto intitolato "Prapatapumpapumpapà, padrone mio ti voglio arricchire" di Moni Ovadia, che ha ri-cantato canzoni originali di Matteo Salvatore, cantore foggiano tra i maggiori Maestri della musica popolare italiana, interprete dei tratti peculiari della sua terra; e il progetto discografico ‘Ferlizze’ di Giovanni Pellegrini.

Nel campo sociale, un intervento impegnativo è stato rappresentato dall’acquisto di un’ambulanza donata alla Associazione Viva la Vita, che si occupa di malati di SLA, e utilizzata per accompagnare i malati che necessitano di cure presso gli ospedali.

Un salto di qualità considerevole è stato compito grazie all’accordo, sottoscritto nell’agosto del 2013, con il Comune di Foggia per ottenere in comodato gratuito ventennale l’Auditorium Santa Chiara. La Fondazione di è pertanto impegnata, destinando risorse significative (circa 150.000 euro) del proprio fondo e soprattutto seguendo con grande cura e con un controllo diretto tutte le operazioni (in tal modo contenendo notevolmente i costi), per ristrutturare, recuperare e valorizzare questa bella chiesa tardobarocca, posta nel centro storico di Foggia, oggetto di un intervento ristrutturazione da parte del Comune oltre dieci anni fa, ma assai poco utilizzata e utilizzabile a causa di seri problemi acustici e all’assenza dei necessari supporti. I lavori realizzati dalla Fondazione sono stati finalizzati al ripristino e alla messa norma di tutti gli impianti, e in particolare alla soluzione dei problemi acustici attraverso interventi di insonorizzazione (rivestimento delle pareti con pannelli e del pavimento con moquette particolare, tendaggi, etc.) e a dotazione di impianti audio-video. In tal modo l’Auditorium Santa Chiara è diventato lo spazio più elegante, curato e efficiente di Foggia per lo svolgimento di attività culturali a Foggia, tanto da diventare rapidamente non solo la sede operativa della Fondazione ma soprattutto il cuore pulsante di iniziative culturali, laboratorio di idee e proposte.

 

Inaugurato il 5 giugno 2014 con un convegno sui beni culturali, alla presenza del sottosegretario del MiBACT on. Ilaria Borletti Buitoni, seguito da un convegno sul turismo culturale con il sottosegretario del MiBACT on. Francesca Barracciu, l’Auditorium ha avviato le sue attività con una settimana di manifestazioni culturali (conferenze, proiezioni cinematografiche, concerti, teatro, etc) della rassegna ‘Cultura felix’.

Da allora quasi tutti i giorni l’Auditorium Santa Chiara ospita iniziative, organizzate sia direttamente dalla Fondazione, sia dalla Fondazione in collaborazione con altri soggetti, in particolare il Comune di Foggia, la Fondazione Banca del Monte, la libreria Ubik e varie associazioni, sia da altri soggetti (che versano una donazione come contributo alle spese). In tal modo l’Auditorium Santa Chiara è stato restituito alla città e ai cittadini, che infatti lo frequentano molto assiduamente e manifestando grande apprezzamento.

Alcuni importanti personaggi della cultura hanno già tenuto conferenze o presentazioni di libri: tra i tanti, si ricordano Paolo Mieli, Federico Rampini, Gianrico Carofiglio, Roberto Costantini, Erri De Luca. Si è trattato di iniziative in particolare orientate alla promozione della lettura È stata da poco avviata (novembre 2014), infatti, l’iniziativa intitolata ‘Dialoghi con i Protagonisti’, che ha già visto la partecipazione di molti autori.

In ambito musicale il 4 novembre 2014 è stata organizzata la rassegna musicale ‘Duellanti in Jazz’ sotto la Direzione artistica del maestro Antonio Tosquez, che ha visto e vedrà, oltre allo stesso Tosquez, la partecipazione di interpreti quali Paola Arnesano, Vince Abbracciante, Pierluigi Balducci, Giulio Martino, Gianluigi Goglia. Sotto la direzione artistica, invece, del maestro e Cavaliere della Repubblica, Gianna Fratta, da dicembre 2014 si è svolta la rassegna ‘Musica felix’, spettacoli di musica dal vivo con guide all’ascolto e reading teatrali incentrati su vari temi e generi ‘musicali’ quali il Jazz, le Musiche della Grande Guerra, il Tango. Al cinema è stata invece legata la rassegna ‘Cinema felix’, che si è caratterizzata per avere per la prima volta organizzato, sul territorio provinciale, una serie di proiezioni di film in lingua originale inglese. Di notevole spessore, infine, la rassegna di spettacoli teatrali, musicali e cinematografici, intitolata ‘Cultura felix’.

Un altro importante progetto avviato in collaborazione con altre associazioni ( Aquilone, Energiovane, Cooperativa Monti Dauni) riguarda il recupero e la valorizzazione di Parco San Felice, il principale polmone verde della città, che versa da anni però in uno stato di grave degrado. Si pensa in particolare di recuperare le strutture edilizie e il piccolo anfiteatro, ora in gravissimo stato di danneggiamento, da trasformare in spazi di animazione culturale e di servizi educativi rivolti in particolare ai ragazzi. È stato presentato un progetto alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale., ottenendo un contributo di 200.000 euro (che prevede anche una quota di cofinanziamento di 7.500 euro da parte della Fondazione). La convenzione ufficiale con il Ministero è stata sottoscritta in data 28 Aprile 2015.

Un campo di attenzione particolare è quello della difesa e della promozione della legalità: in tal senso si segnala l’iniziativa ‘L’aperitivo della legalità’ organizzata subito dopo l’ennesimo attentato ad un imprenditore del commercio, il ristorante “Da Leonardo in centro “ , che ha raccolto un cospicuo numero di cittadini e grande attenzione mediatica, e ha consentito di offrire un contributo concreto a chi ha subito il danneggiamento della propria impresa.

Infine un’attenzione particolare è stata posta alla comunicazione, dotando la Fondazione di un sito web molto efficace (http://www.apuliafelix.org), che ospita tutte le informazioni sulle attività in corso e anche una pagina Facebook (https://www.facebook.com/apulia.felix.onlus?ref=hl ), che ha superato i 1000 ‘mi piace’, e un profilo Twitter (https://twitter.com/ApuliaFelix).

Nella primavera del 2015 la Fondazione ha promosso una campagna per il 5x1000, con manifesti 70x100 e 6x3, cartoline e un’attiva presenza sul web.

Prospettive e progetti prossimi

Nei prossimi anni, per garantire la prosecuzione delle varie attività lungo le linee già definite e avviare nuovi progetti, la Fondazione dovrà allargare la propria base sociale. In tal senso un passo importante è stato effettuato con l’ingresso di sette soci sostenitori e con la definizione di una ulteriore categoria, quella dei soci collaboratori, che pur non versando una quota sociale mettono a disposizione gratuitamente le proprie  competenze e il proprio tempo a favore della Fondazione. Sarà però indispensabile acquisire nuovi soci sia per poter disporre di maggiori risorse sia per poter operare in maniera ancor più efficace non solo a Foggia ma nell’intero territorio della Capitanata e della Puglia.

Si indicano in maniera schematica e sintetica alcune delle possibili linee strategiche per i prossimi anni:

  • Potenziare ulteriormente la struttura dell’Auditorium Santa Chiara (dotandolo anche di altri servizi, come una caffetteria-ristorante negli ambienti ipogeici e sulla grade terrazza), in modo da offrire altre opportunità di vita culturale e di socializzazione.
  • Rendere stabili le varie rassegne, come ‘Musica felix’, ‘Cultura felix’, ‘Dialoghi con i Protagonisti’
  • Moltiplicare le occasioni di collaborazione strategica con il Comune di Foggia, la Fondazione BdM e altre realtà qualificate.
  • Portare a termine il progetto Parco San Felice.
  • Estendere il raggio di attività nell’intera provincia e alche oltre, coinvolgendo vari Comuni, che hanno già mostrato interesse all’ingresso in qualità di soci.
  • Candidarsi alla gestione di beni culturali e di luoghi della cultura, come musei e siti archeologici, da rendere vitali e attrattivi e, in tal modo, contribuire anche a costruire occasioni di lavoro per giovani laureati.
  • Sviluppare attività anche in campo sociale, assistenziale e sportivo.
Dall’insieme dei dati forniti, sia nella sintesi delle attività svolte, sia nelle tabelle finanziarie (che troverete allegate), emerge con forza la portata di questo progetto. Il fatto che alcuni esponenti privati della comunità locale, imprenditori, professionisti e semplici cittadini abbiano destinato, nel corso di tre anni, ben 336.000 euro, interamente investiti nei lavori di ristrutturazione di Santa Chiara e nelle varie attività svolte, costituisce una novità assoluta nel panorama foggiano e non solo. Ma è il progetto in sé di Apulia felix, con la sua capacità di promuovere un’iniziativa di mecenatismo privato con esclusive finalità pubbliche, a rappresentare un segnale che dà speranza sulla capacità di iniziative dal basso ed anche una certa fiducia sul futuro di questo territorio.

In allegato potrete trovare il bilancio completo di tabelle finaziarie per fornire totale trasparenze delle nostre attività.

Il Presidente
Giuliano Volpe 

 

In Evidenza