APULIA FELIX

  • Campagna per 5x1000

    Campagna per 5x1000

  • Campagna per 5x1000

    Campagna per 5x1000

  • Campagna per 5x1000

    Campagna per 5x1000

  • #faragolasiamonoi

    #faragolasiamonoi

  • Auditorium Santa Chiara: la nostra sede.

    Auditorium Santa Chiara: la nostra sede.

NEWS

Masseria Canne

Pubblicato il 29/08/2017

4 – Masseria Canne

Ubicazione: Puglia - Localita' Canne della Battaglia - Barletta BT -          S.P. 142   

Descrizione: antica posta (ora in stato di semi-abbandono), di cui si ha notizia già nel '700, rappresenta una delle numerose vecchie costruzioni rurali del territorio della Valle dell’Ofanto; la struttura è costituita da una casa padronale di fattura ottocentesca, a corte aperta, con garitte pensili e da un pozzo. La struttura è meglio individuabile nelle fonti documentarie e cartografiche, mentre oggi, a causa dell’elevato stato di degrado in cui versa, pare difficilmente riconoscibile.

Nella  Pianta della posta di Canne, disegnata dal regio agrimensore A. della Croce, è descritta come “sito o iaccio della posta di Canne, torretta ed altra casetta di fabbrica, pagliari di paglia ed altri commodi di masseria di campo con orticello …… scariazzo, ossia riparo dei bovi, meta di paglia, con luogo adiacente detto l’aira dove si pisa il grano ed altro”. La casa padronale conserva ancora oggi le sue caratteristiche abitative, si affaccia sulla corte aperta, presenta alcuni elementi architettonici di difesa come la garitta pensile, due rampe di scale convergenti di accesso al primo piano. Il piano terra è invece suddiviso in ampi locali di servizio voltati a botte. Il fabbricato nonostante manomissioni di epoche successive (la creazione di un balcone da una finestra e la chiusura di un vano-finestra sotto la scala), mostra i segni della sua originaria eleganza soprattutto nel bugnato (conci sporgenti) del basamento della facciata, negli archi a sesto ribassato in pietra dei locali al piano terra, negli stipiti e negli anelli in pietra. Recente la demolizione di un arco in muratura che sormontava il pozzo e di un arco in pietra d’accesso ad un deposito sotterraneo.

Nei pressi della masseria sono presenti lunghe grotte scavate nelle colline tufacee, probabili insediamenti ipogei riutilizzati successivamente per la conservazione del vino e del grano.

Nelle vicinanze di masseria Canne si trova la cosiddetta “Fontana di San Ruggero” datata al XII secolo e abbellita da un portale d'ingresso nel XVII secolo.

(elaborazione C. Rita DiGaetano; fonti: ITC-CNR – Bari –Puglia – scheda sito n. 1319 – Masseria Canne; A. Magliocca, Le masserie del territorio di Canne )

Indietro

In Evidenza